Cinemovel Foundation

Movi-Menti

Trasversalmente. La Scatola Magica…la tecnologia prende vita!

Stop-motion, tecnologie di stampa 3D, arti performative e il genio di Leonardo da Vinci per 5 laboratori di cinema dedicati alle STEM. Vi presentiamo il lavoro realizzato dalle ragazze e dai ragazzi di Ivrea, Modica, Morgex, Santa Margherita Ligure e Sapri nel corso dell’estate 2019.

Trasversalmente. La Scatola Magica è il nuovo percorso sperimentale realizzato da Cinemovel all’interno del progetto nazionale triennale Movi-Menti, promosso da Noi e gli Altri con oltre 40 partner e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Nel corso dell’estate 2019, 98 ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni sono stati protagonisti di un percorso laboratoriale dedicato all’immagine in movimento e alla tecnologia, con la guida di Massimo Temporelli, Nat Wilms e un compagno di viaggio di eccezione: Leonardo da Vinci.
Nell’anno delle celebrazioni del cinquecentenario dalla morte del grande genio creatore, la sfida di Trasversalmente. La Scatola Magica è stata mettere insieme l’immagine in movimento e l’universo leonardiano, con la sua passione per l’arte e per le materie scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (oggi chiamate discipline STEM).

I 5 laboratori hanno combinato stop-motion e arti visive, teatro e arti performative, tecnologie di stampa 3D e le ispirazioni trasmesse dalle invenzioni di Leonardo da Vinci. Così, partendo dalla progettazione e costruzione di macchine fantastiche per poi trasformarle in personaggi da animare, i partecipanti hanno sperimentato la tecnica della stop-motion e hanno scoperto le meraviglie del cinema, come racconta Nat Wilms: “L’ultimo giorno di laboratorio uno dei ragazzi ha deciso di cambiare ruolo e diventare regista. Durante una scena girata in stop-motion, in cui appare un mago che trasforma la macchina in una bambina, il ragazzo regista ha esclamato: “Ah, ho capito! Nel video non è possibile fare una magia, ma con la stop-motion sì!”

La tecnologia è stata strumento per dare forma all’immaginazione, in un processo fondato sul fare esperienza e sul valore dell’errore in ogni fase realizzativa: la scrittura della storia, la progettazione e il disegno su carta e digitale, la produzione con la stampante 3D, la costruzione con tecniche manuali di oggetti e del set su cui mettere in scena le sequenze del racconto.
L’incontro tra creazione manuale e oggetti stampati in 3D ha dato vita a macchine “mobili”, a cui i giovani creatori hanno trasmesso il movimento necessario per l’animazione in stop-motion.

“Per me la tecnologia è umana, è creatività, fantasia, avventura. Per questo è importante non focalizzare l’attenzione sulle tecnologie, ma sulla progettazione, cioè integrando nella propria progettazione strumenti tecnologici, perché al contrario il rischio è che la tecnologia diventi appannaggio solo di chi effettivamente insegna materie scientifiche. Ogni studente e ogni docente dovrebbe avere l’opportunità di fare laboratori e di imparare a usare la tecnologia anche solo per sperimentare. Bisogna cominciare a pensare che questi strumenti, questi oggetti artificiali che da sempre costruiamo servono per arricchire la nostra vita e non per annientare la specie umana”. Così Massimo Temporelli spiega il significato sotteso al progetto.

Il viaggio di Trasversalmente. La Scatola Magica continua, per realizzare nei 5 territori un vero e proprio festival, con la partecipazione di Massimo Temporelli e Nat Wilms, dedicato alla visione dei video realizzati durante i laboratori, al fine di attivare un processo di scambio e confronto tra le ragazze e i ragazzi coinvolti nel progetto e tra tutti coloro che partecipano alla crescita e alla costruzione di esperienze dei giovani.
Questa è una delle strade per rimotivare all’apprendimento e alla partecipazione attiva dei giovani, riconoscendo un ruolo fondamentale alla creatività, al fare esperienza e alla collaborazione.

LEGGI LE INTERVISTE A MASSIMO TEMPORELLI E A NAT WILMS E SCOPRI I VIDEO DEI LABORATORI

Trasversalmente. La Scatola Magica è un progetto di Cinemovel Foundation con la direzione scientifica di Massimo Temporelli, la direzione artistica di Nat Wilms e con Andrea Basti e Paolo Pennuti per il progetto tecnico, Matteo Balboni per la progettazione e fabbricazione digitale, Giuseppe Massa e Marzia Forni per la preparazione teatrale.

Realizzato nell’ambito di Movi-Menti
promosso da Noi e gli Altri cooperativa sociale
in collaborazione con
Consorzio Copernico per il territorio del Canavese
Consorzio Tassano Servizi Territoriali
Fondazione Comunità Salernitana Onlus
Fondazione di Comunità Val di Noto
Selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Grazie a TheFabLab per gli oggetti stampati in 3D e per il supporto nello sviluppo e nella realizzazione del progetto

Hanno creato le storie, disegnato e progettato le macchine, realizzato i cortometraggi

  • a Ivrea sul tema della TECNOLOGIA
    Abdellah, Alice, Alessandro, Alessia, Alex, Arturo, Atena, Dafne, Giulia, Iris Desiree, Jacopo, Marco, Martina, Matilda, Octavian, Rebecca, Thomas
  • a Modica sul tema delle MACCHINE DA GUERRA
    Anastasia, Andrea, Antonio, Chiara M., Chiara S., Cristina, Davide, Gency, Giorgio, Giulia, Gloria, Kevin, Lukas, Matilde, Michele, Miriam, Naima, Nunzia, Rosy, Vincenzo
  • a Morgex sul tema del SOGNO E VOLO
    Alizée, Arwen, Beatrice, Bilal, Cheyenne, Clara, Eleonora, Gabriele, Giulia, Giulia, Lisa, Lorenzo, Martina, Mattia, Nicolas, Noemi, Pietro, Sofia, Tommaso, Vasco, Yannick
  • a Santa Margherita Ligure sul tema delle MACCHINE DA CANTIERE
    Agata, Alessia, Ajay, Alicia, Antonio, Camilla, Edoardo, Filippo, Giulia, Giulia, Ilias, Leni, Lorenzo, Maia, Mohamed Yasser, Nicolò, Raffaele, Ravindi, Samuele, Stella
  • a Sapri sul tema della NATURA E ACQUA
    Adalgisa, Alessandro T., Alessandro Z., Alice, Ana Iulia, Anna, Beatrice, Francesca, Gabriele, Gianmarco, Giorgia, Giuseppe, Lorenzo, Luca, Marco, Martina, Michelangelo, Piero, Raffaele, Samuele