Cinemovel Foundation

Mafia Liquida

Uno spettacolo tra cinema, fumetto e lavagna luminosa

Il cinema è da sempre un veicolo di conoscenza che apre infinite modalità di relazione col mondo. Nasce così il progetto Mafia Liquida, uno spettacolo di produzione Cinemovel, in grado di raccontare tematiche complesse attraverso diverse forme di linguaggio ibridate insieme: da quello cinematografico a quello sonoro, dalla live performance al fumetto.

L’idea di utilizzare il cinema e la lavagna luminosa, in dialogo sullo schermo per dar vita ad un nuovo modo di rappresentare le immagini in movimento, nasce, come quasi tutti i progetti di Cinemovel, nel continente africano. In Senegal, precisamente, in occasione di Charlot in Africa, omaggio all’omino con il bastone e la bombetta per la quarta edizione di Mboro Film Festival / Il Festival della Comunità.

Così raccontano Elisabetta Antognoni e Nello Ferrieri, fondatori di Cinemovel:

Alle immagini de Il Monello, proiettate sullo schermo, si sovrapponeva un’originale, inedita interazione.
Dietro quelle inquadrature, che tutti conosciamo, facevano incursione delle strane figure esterne al film, ma in realtà così vicine ai personaggi che sembrava fossero sempre lì al loro fianco. Così abbiamo dato vita a una nuova modalità narrativa che ancora cerca un nome, per ora è “cinema disegnato dal vivo”. Nella convinzione che il rapporto
con le immagini in movimento è definitivamente mutato, fino al punto che il film può intraprendere nuove strade.

Da allora la lavagna luminosa ha continuato a viaggiare con Cinemovel, spostandosi tra il continente africano e quello europeo rivelando tutta la sua forza espressiva e capacità di adattamento in diversi contesti, dai circuiti festivalieri internazionali a quelli artistici, fino al suo stretto legame con le attività laboratoriali promosse da Cinemovel.

Motore che guida l’intera azione, con le spalle al pubblico, è l’illustratore Vito Baroncini il quale disegnando dal vivo a rovescio sulla lavagna luminosa, crea immagini che si vanno via via a intrecciare a quelle cinematografiche e televisive, a materiale d’archivio, a intercettazioni, in un dialogo continuo che a sua volta genera inedite modalità di racconto.

Mafia Liquida riporta in vita storie che spesso sono state dimenticate, e lo fa attraverso un linguaggio nuovo in grado di sensibilizzare tutti, dai più piccoli ai più grandi e le oltre 400 repliche che hanno coinvolto un pubblico di 118.000 persone, testimoniano il successo di questa performance. Lo spettacolo è stato inserito anche nelle attività laboratoriali di Schermi in Classe – Percorsi di Legalità , dove gli studenti vengono chiamati all’azione attraverso la creazione di nuovi immaginari sul fronte della legalità, con l’obiettivo di scardinare vecchi stereotipi a favore di uno sguardo più attento e socialmente produttivo. Ad oggi, con il sostegno del MIUR, Mafia Liquida ha raggiunto più di 100 scuole in 10 regioni italiane.

Il tour di Mafia Liquida è iniziato nel 2014 con la carovana di Libero Cinema in Libera Terra e non si è ancora fermato, ha percorso lo stivale portando lo spettacolo nelle piazze, nei teatri, nelle scuole, ha superato i confini viaggiando tra Francia e Belgio. Ha fatto tappa a Parigi al Musée National de l’histoire de l’immigration, a Saint Nazaire ospite del Festival Zones Portuaires, a Tolosa per l’apertura del festival Rencontres de cinéma italien, a Gand, in Belgio, per Anti-Mafia Talks, a Bruxelles nel centro ABC – Art Basic for Children.

Crediti

Soggetto: Elisabetta Antognoni, Vito Baroncini, Andrea Basti, Enzo Bevar, Nello Ferrieri
Regia: Vito Baroncini, Andrea Basti, Nello Ferrieri
Lavagna luminosa: Vito Baroncini
Montaggio e musiche: Andrea Basti
Produzione esecutiva: Enzo Bevar, Nello Ferrieri

Per maggiori informazioni scrivici a info@cinemovel.tv

Leggi tutte le notizie di Mafia Liquida


Le carte illustrate da Vito Baroncini