Questa è una delle foto scattate da Letizia Battaglia ed esposte ad una sua mostra a Roma. L’immagine raffigura un manifesto degli anni settanta su cui viene chiarito il fatto che ad uccidere Peppino Impastato, un giornalista noto per aver denunciato le azioni di Cosa Nostra, non fu un attentato terroristico, ma il responsabile dell’accaduto ha un nome: Mafia. Lo associo all’illustrazione silenzio-voce; il silenzio uccide, come la mafia. Per questo motivo bisogna raccontare e rendere note le azioni compiute dalla mafia. Bisogna raccontare la verità a proposito delle mafie perché la conoscenza è il loro punto debole.

Francesca S.

Liceo Calasanzio

V Ginnasio

Carcare

  •  
  •  
  •  
  •  
  •