Prenota il tuo posto a Schermi in Classe Film Festival

Dal 15 al 19 marzo luci accese su Mymovies.it per il primo Film Festival di Schermi in Classe, la kermesse di Cinemovel e Libera dedicata alle scuole. Cinque film per riflettere con studenti e insegnanti su mafie, futuro e cittadinanza. 

Ilaria Alpi

Ilaria Alpi era una giornalista e fotoreporter italiana, assassinata a Mogadiscio, ove lavorava come inviata per il TG3, insieme al suo cineoperatore Miran Hrovatin. 

Letizia Battaglia

Nata a Palermo nel 1935, si è affermata inizialmente come una delle figure italiane più rappresentative della fotografia di reportage. 

La storia di Lea Garofalo

Lea Garofalo è stata una testimone di giustizia italiana, vittima della 'ndrangheta, sottoposta a protezione dal 2002, essa decise di testimoniare sulle faide interne tra la sua famiglia e quella del suo ex compagno Carlo Cosco. 

Rita Atria

Rita Atria è una testimone di giustizia, vittima indiretta della mafia. Nasce a Partanna il 4 settembre 1974, muore a Roma il 26 luglio 1992. 

Denise Cosco

Ho deciso di cercare l'intervista di Denise perchè la storia l'ha vissuta lei stessa ed è una fonte fondamentale della tragica storia di Lea. 

Lea Garofalo

Questo mi fa capire come la mafia non abbia limiti e sia in grado di uccidere le persone della sua stessa famiglia, piuttosto che tradire il loro codice di regole mafioso ( codice d’onore). 

Piera Aiello

Piera all'inizio di tutto, non ha mai espresso il suo pensiero e solo dopo la morte del suocero e del marito ha deciso di farsi giustizia iniziando a collaborare con Borsellino e raccontando i segreti della famiglia mafiosa. 

Intervista al padre di Giuseppe di Matteo

Il video parla del padre di Giuseppe di Matteo, che viene intervistato per l'accaduto. Lui risulta pentito ad aver collaborato nella strage di Capaci e molti altri attentati. 

Alessia Candito, sola contro la mafia

Questo articolo spiega di come lei, giornalista del corriere della Calabria, è stata minacciata persino da un ex pentito, per questo la Questura di Reggio ha adottato misure di sicurezza per lei e la sua famiglia. 

Piera Aiello

Piera decide di denunciare gli assassini e collabora con la polizia e la magistratura insieme alla sorella di Nicola, Rita Atria. 

Denise Cosco

Denise Cosco, figlia di Lea Garofalo, è nata il 4 dicembre 1991 ed è una testimone di giustizia sottoposta a protezione dal 2002 insieme alla madre. 

Bambini, medici senza frontiere, guerra

Ho trovato queste notizie sul sito di medici senza frontiere e ho voluto fare il collegamento tra queste tre parole anche per ricordare tutti i bambini innocenti che sono morti durante questa guerra ma che non vengono ricordati come dovrebbero. Nella foto possiamo vedere un bambino gravemente ferito a causa dei bombardamenti indiscrimati. 

Maria Grazia Cutuli

Ho voluto raccontare la storia di Maria Grazia Cutuli perché come la mamma di Sama testimonia con la videocamera di una guerra in corso. 

Profughi: in fuga per la libertà

Ho scelto questo articolo, che parla dei profughi e dei campi che li accolgono, non solo per parlare delle cause che li spingono a spostarsi, ma anche per abbattere il pregiudizio dei profughi che provengono tutti dall'Africa. Nell'articolo infatti si può leggere che anche personaggi famosi non africani (come ad esempio Albert Einstein) furono obbligati a spostarsi a causa della guerra che imperversava nei loro Paesi all'epoca. 

Bambini-pregiudizi-libertà

Ho trovato questo video cercando bambini-pregiudizi e libertà, come si è visto dal titolo. Ho deciso di pubblicare questo video, perché ai giorni d'oggi sono tanti i bambini che scappano via dalle proprie città senza genitori, che non hanno più libertà di essere chi vogliono e oramai sono pieni di pregiudizi. I bambini hanno il diritto di essere chi vogliono e di intraprendere il diritto all'istruzione, di non essere giudicati perché loro non hanno nessuna colpa e di restare nelle loro città senza dover scappare a causa delle guerre. 

Mariagrazia Cutuli

Il giornalismo di guerra è il tipo di giornalismo che si occupa di descrivere e raccontare le vicende belliche attraverso inviati e corrispondenti di guerra. Una giornalista molto conosciuta è Mariagrazia Cutuli nata a Catania il 26 ottobre 1962 è stata una giornalista italiana assassinata in Afghanistan. 

Profughi sul barcone

Ho trovato questa foto cercando su google le parole libertà, immigrazione, profughi. Ho deciso di scegliere questa foto perché le persone su quel barcone sono immigrati che prima di salire sui barconi sono stati per un po' nei campi profughi e che sono partiti nella speranza di trovare la libertà. 

Ilaria Alpi

Ilaria Alpi è stata una giornalista e fotoreporter italiana, assassinata a Mogadiscio. Lavorava come inviata per il TG3. Ho scelto di parlare di Ilaria Alpi, perchè lei e anche altri giornalisti di guerra hanno rischiato la loro vita per reportare tutto ció che accadeva. 

I profughi

I profughi al giorno d'oggi sono costretti ad abbandonare la propria terra a causa di persecuzione politiche, religiose o anche razziali. 

I bambini soldato

Questo articolo parla del dramma che vivono i bambini nelle zone di guerra che vengono arruolati come soldati e vengono privati dal vivere un'infanzia felice e spensierata.  

Bambini e la guerra in Siria

Ho scelto questo video perchè in Siria ancora oggi ci sono tanti bambini e famiglie che perdono la vita ingiustamente a causa della guerra che ormai dura ancora oggi da 10 anni e non è ancora finita. 

La guerra in Siria raccontata dalle donne

Ho scelto quest'articolo perché mi ha colpito l'iniziativa di questa giornalista di creare dei corsi di formazione per far diventare giornaliste alcune donne siriane. Mi ha colpito molto anche il suo punto di vista nei confronti della guerra siriana, che ha vissuto in prima persona. 

Denise Cosco

Denise ha avuto molto coraggio nel prendere questa decisione di parlare e contrastare la mafia per avere una vita normale pur sapendo dei rischi a cui può andare incontro. 

Piera Aiello

Oggi Piera Aiello è una deputata e componente della Commissione Nazionale Antimafia. Nel 2019 venne inserita nella lista delle 100 donne più influenti al mondo. 

Alessia Candito, sola contro la mafia

Questo articolo spiega di come lei, giornalista del corriere della Calabria, è stata minacciata persino da un ex pentito, per questo la Questura di Reggio ha adottato misure di sicurezza per lei e la sua famiglia. 

Rita Atria

Rita Atria è stata una testimone di giustizia italiana. Si uccise a 17 anni una settimana dopo la strage di via D'Amelio. 

Tommaso Buscetta

Le dichiarazioni di Buscetta hanno consentito di svelare per la prima volta i meccanismi dell'organizzazione mafiosa così come si era strutturata. 

Salvatore Riina

Salvatore Riina, anche detto Totò Riina, è stato boss del Clan dei Corleonesi e "Capo dei capi" di Cosa Nostra dal 1982 fino al suo arresto, avvenuto il 15 gennaio 1993. 

Mafia e corruzione

La criminalità organizzata è profondamente radicata nel nostro territorio. 

Voglio sposare chi mi ama

Ho scelto di effettuare la ricerca su Franca Viola, la prima donna che ha rifiutato il matrimonio riparatore. 

Saveria Antiochia

Saveria Antiochia è la madre di Roberto Antiochia giovane poliziotto ucciso nel 1985, dopo la sua scomparsa Saveria si dedica in tutto e per tutto alla lotta contro la mafia. 

Angela Casella

Angela Casella, una donna molto coraggiosa, che ha combattuto per molti anni per la liberazione del figlio Cesare, rapito da un’organizzazione criminale in cambio di soldi. 

La storia di Rita Atria

Rita Atria è nata il 4 settembre 1974 a Partanna, in Sicilia, ed è stata una testimone di giustizia italiana. 

Vincenza Rando

Vincenza Rando, siciliana di Niscemi, è un avvocato, vicepresidente nazionale di “Libera associazioni nomi e numeri”, la più importante rete associativa contro le mafie in Italia. 

Ninetta Bagarella

Ho trovato un link che narra la storia di Antonietta Bagarella e racconta in breve la sua vita, il suo lavoro , il suo rapporto con la mafia e il suo matrimonio con Totò Riina (ex boss mafioso). 

Francesca Morvillo

E' vittima di mafia perché ha deciso di sposarsi con Giovanni Falcone e rischiare la sua vita perché entrambi erano servitori dello Stato. 

Daniela Lourdes Falanga

Parla della storia di Daniela Lordes Falanga, su come ha affrontato la sua vita dopo che ha avuto un cambio fisico diventando una persona transessuale. 

Ilaria Alpi

Stava seguendo un caso di traffico di armi e rifiuti tossici illegali in cui ha credeva fossero coinvolti anche l'esercito italiano e altre istituzioni. 

“Mi prendo il mondo ovunque sia”

Letizia Battaglia è una famosa fotoreporter italiana che per 40 anni ha documentato la feroce guerra interna della mafia, la corruzione, il potere criminale, l'odio e il sangue. 

Margherita Asta

Parla della sua vita e della morte dei due fratelli e dell’autobomba scoppiata nella strage. 

Lea Garofalo

Lea Garofalo non restò in silenzio ma denunciò la mafia che era all'interno della sua famiglia e in quella del suo ex compagno . 

Ci vuole coraggio!!

La citazione che mi ha colpito principalmente è: "Non mi tirerò mai indietro!", espressione di una ragazza determinata allo svolgimento del suo lavoro e piena di coraggio per la sua giovane età. 

Rita Borsellino lotta contro la mafia

Ritengo che lei sia stata una donna molto forte e coraggiosa, perché pur essendosi sempre esposta alle mafie, abbia continuato nel suo intento. 

Giuseppina Pesce

Visto che era figlia di un boss e faceva parte di una famiglia mafiosa veniva istigata a stare in silenzio, ma lei voleva stare lontano dalla criminalità. 

Saveria Antiochia: una donna coraggiosa

Saveria era la madre dell’agente di polizia Roberto Antiochia, ucciso dalla mafia il 6 agosto del 1985 a Palermo, il giorno in cui fu assassinato il Commissario Ninni Cassarà. 

NON CI SONO ALTRI POST