Cinemovel Foundation

Libero Cinema LAB, storie di un viaggio

Selezionato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola, promosso da Miur e MiBACT, Libero Cinema LAB coinvolge 23 studentesse e studenti dell’IIS Bodoni-Paravia, scuola secondaria di secondo grado di Torino dedicata alla comunicazione attraverso le immagini.

Con l’obiettivo di acquisire competenze nell’ambito del linguaggio audiovisivo, di sperimentare la costruzione di una narrazione multimediale collettiva e di comprendere le caratteristiche della comunicazione contemporanea, le studentesse e gli studenti del Bodoni-Paravia svolgono un percorso di ricerca e narrazione dedicato a Libero Cinema in Libera Terra, dalle origini ad oggi.

Organizzati in una redazione multimediale, le studentesse e gli studenti diventano “esploratori del contemporaneo”. Il web è il principale ambito di ricerca, come sito archeologico stratificato che va scavato e indagato, insieme all’archivio fotografico di Libero Cinema.

In questo percorso di ricerca e azione, ragazzi e ragazze sono accompagnati da Renata M. Molinari, autrice teatrale, dramaturg e docente di drammaturgia, da Elisabetta Antognoni e Nello Ferrieri, fondatori di Cinemovel, dall’equipe di Cinemovel e dalle e dai docenti e tutor della scuola.

In questo progetto sono come un allenatore atletico: insieme alleniamo lo sguardo a osservare, a rubare stimoli dalla realtà, a creare insieme. Facciamo esercizi di composizione per andare verso una rappresentazione che può essere un fumetto, un’opera teatrale, una sceneggiatura, un testo che vuole essere rappresentato o presentato.” Così Renata M. Molinari presenta il percorso, che, tra ottobre 2020 e gennaio 2021, alterna incontri formativi per introdurre tecniche e strumenti alla produzione creativa individuale e di gruppo. “Penso che il lavoro creativo non sia l’esaltazione di una individualità, ma possa essere la sintesi tra persone diverse ed esigenze diverse. Al tempo stesso, il lavoro creativo può essere l’esplorazione di storie che già esistono in potenza e che hanno bisogno di qualcuno che le raccolga per essere raccontate.”

Dal 2006 ogni estate il furgone di Libero Cinema attraversa l’Italia e porta il cinema nelle terre e nei beni confiscati alle mafie e restituiti alla legalità grazie al lavoro delle cooperative, nelle piazze e nei parchi delle città per promuovere l’allargamento degli spazi democratici e la cultura della legalità.

Così, partendo dalla mappa delle tappe e dai temi che caratterizzano l’impegno del festival, studentesse e studenti sono coinvolti in un percorso di avvicinamento alla pratica di composizione e rappresentazione di una storia. L’ambiente, le donne, i diritti negati e conquistati, i migranti, la memoria, gli stereotipi con cui la mafia si rappresenta e viene rappresentata, la partecipazione e l’azione della comunità sono le tracce che collegano una tappa all’altra e che si sviluppano attraverso le persone incontrate, i luoghi trasformati e gli spazi condivisi, le testimonianze raccolte, gli schermi su cui corrono le storie del cinema. Muovendosi lungo i 15 anni di storia della carovana, le ragazze e i ragazzi formano il proprio punto di vista, realizzano il proprio viaggio e danno vita a una mappa narrativa multimediale, con i linguaggi della fotografia, del video, del disegno, della scrittura, dell’audio.

Il viaggio parte sempre da un’esigenza, da una volontà, da una molla che scatta in ognuno di noi. E durante un viaggio si compongono tante storie. Noi ci siamo accorti che in questi 15 anni ce ne sono davvero tantissime. Non sempre abbiamo avuto l’attenzione di recuperarle e raccontarle” spiegano Elisabetta Antognoni e Nello Ferrieri nel primo incontro con le studentesse e gli studenti del Bodoni-Paravia. “Voi avrete a disposizione un grande archivio di storie e incontri, che nascono proprio con l’idea di incrociarsi tra loro e di generare altre storie. Molte di queste sono ancora da scoprire e generare. È come mettere le mani in un baule di ricordi: molte cose sono state tirate fuori e appese ai muri ma tante altre sono ancora conservate in una memoria tutta da scoprire e da riscoprire.”

Fullscreen-Logo
LE TAPPE DAL 2006 A OGGI

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Agrigento: 37.312300, 13.574700
Avola: 36.909500, 15.135000
Bagheria: 38.079400, 13.509300
Barrafranca: 37.379100, 14.201100
Belpasso: 37.589200, 14.978200
Bronte: 37.787200, 14.833800
Capo d\'Orlando: 38.159600, 14.745100
Castelvetrano: 37.682900, 12.795500
Chiusa Sclafani: 37.677100, 13.270200
Cinisi: 38.156200, 13.107400
Catania: 37.502200, 15.087400
Corleone: 37.812000, 13.301600
Erice: 38.037400, 12.587000
Lentini: 37.284700, 14.998800
Licata: 37.101600, 13.937600
Marsala: 37.797900, 12.434200
Messina: 38.193800, 15.554200
Monreale: 38.080100, 13.288700
Naro: 37.293500, 13.793600
Paceco: 37.981300, 12.557300
Palermo: 38.111200, 13.352400
Partinico: 38.043900, 13.120000
Portella della Ginestra: 37.488700, 14.049100
Roccamena: 37.837200, 13.154700
Salemi: 37.817400, 12.800900
San Giuseppe Jato: 37.973300, 13.188100
San Giovanni La Punta: 37.577600, 15.095000
Sant\'Elisabetta: 38.014800, 12.511200
Santa Margherita Belice: 37.691800, 13.020100
Scicli: 36.793600, 14.707000
Siculiana: 37.334400, 13.421600
Trappeto: 38.068700, 13.037900
L\'Aquila: 42.348900, 13.398000
Scurcola Marsicana: 42.063100, 13.339200
Matera: 40.668500, 16.601600
Scansano Jonico: 40.249800, 16.698000
Carlopoli: 39.056700, 16.454900
Cirò: 39.381700, 17.061400
Isola Capo Rizzuto: 38.960000, 17.093300
Palmi: 38.357700, 15.862200
Polistena: 38.406500, 16.077500
Reggio Calabria: 38.103500, 15.639800
San Giorgio Morgeto: 38.387000, 16.108200
Aversa: 40.973200, 14.204900
Casal di Principe: 41.011400, 14.124800
Casapesenna: 40.991500, 14.136100
Castelvolturno: 41.034300, 13.940800
Maiano di Sessa Aurunca: 41.239900, 13.929700
Pollica: 40.190700, 15.057200
San Cipriano d\'Aversa: 40.998800, 14.131700
Trevico: 41.048400, 15.233400
Castelfranco Emilia: 44.595000, 11.052900
Faenza: 44.285600, 11.883200
Ferrara: 44.837300, 11.618600
Gattatico: 44.795700, 10.444600
Portomaggiore: 44.699300, 11.804100
Rimini: 44.059400, 12.568400
Borgo Sabotino: 41.427500, 12.819600
Fiuggi: 41.798600, 13.220500
Lanuvio: 41.674500, 12.697200
Minturno: 41.263000, 13.746500
Nettuno: 41.457500, 12.661400
Ostia: 41.767900, 12.308300
Roma: 41.894800, 12.485300
Carcare: 44.357500, 8.290160
Genova: 44.407300, 8.933860
Imperia: 43.886300, 8.026710
Sestri Levante: 44.271500, 9.395860
Galbiate: 45.816500, 9.377670
Lecco: 45.855400, 9.389600
Mantova: 45.156700, 10.791700
Milano: 45.466800, 9.190500
San Giorgio Bigarello: 45.183500, 10.883400
San Sebastiano da PO: 45.167600, 7.957230
Torino: 45.067800, 7.682490
Bari: 41.125800, 16.862000
Bitonto: 41.108500, 16.691500
Brindisi: 40.639500, 17.945500
Cerignola: 41.264800, 15.899700
Mesagne: 40.558800, 17.808300
Firenze: 43.769900, 11.255600
Seano Carmignano: 43.814100, 11.019000
Monteroni D\'Arbia: 43.229300, 11.420900
Assisi: 43.071200, 12.614700
Norcia: 42.792800, 13.093100
Campolongo Maggiore: 45.330500, 12.048300
Bruxelles: 50.846600, 4.351700
Parigi: 48.854600, 2.347710
Tolosa: 43.604300, 1.441990
Berlino: 52.517000, 13.388900