‘Ndrangheta

Nata in Calabria nella seconda metà dell’800, inizialmente nota come “picciotteria”, si sviluppò nelle zone più benestanti della regione, ad esempio nella piana di Gioia Tauro. 

Codice morale

Non bisogna dimenticare la violenza delle mafie non è nè uno scherzo nè un gioco, per trovare il coraggio di denunciare questi “uomini" e scegliere da che parte stare. 

Santino Di Matteo, il primo pentito di Mafia

Santino Di Matteo, il primo pentito di Mafia, parla della strage di capaci e di come, per non farlo parlare, Totò Riina e Giovanni Brusca rapirono e sciolsero nell'acido suo figlio Giuseppe. 

La Piovra Nera

Per trovare il mio contenuto non ho dovuto fare altro che inserire in un comune motore di ricerca la parola chiave di mio interesse: "mafia nigeriana" e subito, come previsto, molti sono stati i risultati a mia dispozione. 

Il bambino sciolto nell’acido

Abbiamo scelto questo articolo perché è stato proprio Totò Riina a parlare, e appunto per questo lo abbiamo scelto, ci è sembrato interessante il modo in cui ne parlava. 

Mafia in emilia romagna approfondimento

A PARMA 10.000 PERSONE DOPO AVER SCOPERTO LA PRESENZA DELLA CRIMINLITà IN EMILIA ROMAGNA HANNO ORGANIZZATO CON LIBERA UNA MANIFESTAZIONE IN RICORDO DELLE VITTIME DI MAFIA 

Mafia: fratello Di Matteo, solo dopo 25 anni dentro casolare

Nicola Di Matteo che ha preso la parola alla fine dell'incontro organizzato nel salone della parrocchia di Altofonte, ricordando il fratello Giuseppe rapito e uccise per poi essere sciolto nell'acido dalla mafia l'11 Gennaio del 1996 quando aveva solo 13 anni. 

La morte di Giuseppe Letizia

Questo è uno dei tanti omicidi di bambini da parte della mafia e la storia che quest'ultima non uccide donne e bambini non è assolutamente vera, questo video ne è la dimostrazione. 

Storie di uccisioni ai figli di boss e di riscatto

Nel video si parla di storie di mafia, di ricatto e uccisioni ai figli innocenti dei mafiosi, e poi Fabrizio Valletti ha letto delle poesie su di loro, nella seconda parte del video Fabrizio Valletti spiega come ha fatto ad uscire dalla mafia. 

Il mafioso invisibile

E' un video che parla di tutto ciò che si sa su Matteo Messina Denaro il boss di Cosa Nostra. Raccontato da Lirio Abbate lo scritto di un libro che parla proprio di Matteo Messina Denaro, intitolato: "U siccu: Matteo Messina Denaro: l’ultimo capo dei capi". 

“Diminuire” la Mafia

La parola chiave della mia ricerca è stata SCONFIGGERE: ho scelto questa parola perché la Mafia non possiamo estinguerla, ma isolarla e lasciarla sola. 

I sopravvissuti

Gli intervistati hanno avuto il coraggio di raccontare di nuovo tutto ed è quasi come rivivere quell’esperienza ed è per questo che ho assegnato questo video all’illustrazione presente/passato. 

“La mafia è una montagna di m***a”

Il video parla di Peppino Impastato che ha lottato contro la mafia e per mano della mafia è morto. Ci lascia un messaggio importante: "Contro la mafia, la corruzione. Abbiamo il dovere morale di lottare!" 

Coraggio e Ingiustizia

La sorella racconta come Lea si fosse ribellata denunciando la mafia e di come nonostante ciò le istituzioni non abbiano dovuto e voluto proteggerla. 

Continua

Giornalista che denuncia i problemi della società e della mafia presente a Trapani tramite una trasmissione anche in modo ironico prima di essere ucciso dalla mafia. 

Il giornalismo e la mafia

Aveva capito per primo il nuovo interesse della mafia negli appalti pubblici, raccontando inoltre gli intrecci di questa con la politica. 

Memoria e vittime innocenti

Il video mi ha colpito poiché i due uomini raccontano dell'accaduto come sopravvissuti quindi con il sentimento e la consapevolezza di chi ha vissuto quell'esperienza. 

Chiara contro la mafia

Ho scelto questo video, perchè mi ha colpito la forza di questa giovane ragazza nel raccontare una storia contro la mafia davanti a tutte quelle persone. 

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Non è facile esprimere un avvenimento tanto tragico e drammatico quanto degno di una grandissima memoria nelle generazioni presenti e quelle future. 

I riti di iniziazione della Ndrangheta

Nell' arco della sua storia la 'Ndrangheta ha sviluppato molti riti per ogni occasione, che sono stati tramandati prima oralmente e poi tramite dei codici. 

Il coraggio di Lea Garofalo

Nel video viene intervistato il giornalista Paolo Borrometi che parla di Lea Garofalo e della sua storia. La sua vita terminò a 35 anni per mano dell'ex compagno, un capo 'ndrangheta. 

Soldati nella mafia

Nel video viene intervistato il regista del film "Due soldati". Durante l'intervista il regista parla dei personaggi, della sceneggiatura, dei luoghi e del contesto in cui viene ambientato il film. 

Canzone “100 passi” dei Modena City Ramblers

Ho scelto questa canzone, ispirata al film "i cento passi", dove appunto i cento passi sarebbero la distanza che separava la casa di Peppino Impastato da quella di un boss mafioso che è colui che poi lo uccise. 

La storia della Mafia

La mafia è una delle realtà più cupe e crude dell'Italia e chi continua a dire che la mafia non esiste si rende inevitabilmente complice, anche in maniera diretta. 

La storia di Mattarella

Quando il 3 febbraio 2015, Sergio Mattarella è stato eletto Presidente della Repubblica, associazioni familiari vittime di mafia e giornalisti, credevano in un suo intervento incisivo per la lotta alla mafia. 

Nord e Sud

La mafia, o meglio le varie “mafie”, nascono nel Sud Italia (come ci fanno vedere sempre nei film), tuttavia esse sono proliferate ed operano anche nel Nord Italia. 

E’ stato la mafia

L'ho scelto perché è una delle poche canzoni che erano a favore della mafia, dato che se ne trovano davvero pochissime. 

La Mafia uccide anche le donne

Rossella Casini ha scelto di parlare senza avere paura delle conseguenze e questo è da onorare, perché è grazie a queste persone che ora siamo più informati che mai. 

La Mafia e Ninni Cassarà

A combattere la mafia c'era Antonino Cassarà, detto Ninni, è stato un poliziotto italiano, vittima di Cosa Nostra. 

La donna della Mafia

Le donne all'interno delle organizzazioni mafiose hanno da sempre esercitato dei ruoli tradizionali in ambito privato quali educare i figli e le figlie, incitare alla vendetta, garantire la reputazione maschile e i matrimoni combinati. 

La Mafia tra i ragazzi oggi giorno

Tutti noi ragazzi dobbiamo essere coscienti che ciò che ci sembra così lontano e un mondo parallelo a noi, invece ci è più vicino di quanto possa sembrare. 

La Leggenda di Raffaele Cutolo

E' riuscito a prendere il controllo di tutto il carcere "Napoli-Poggioreale" facendo una sfida contro il boss Antonio Spavone, ed è riuscito a creare un business con affianco a se l'imprenditore Alfonso Rosanova. 

Nino di Matteo

Nonostante Matteo Messina Denaro avesse organizzato un attentato con autobomba per uccidere Di Matteo, il magistrato non ha rinunciato alle sue ricerche. 

Mafia mia

Canta in maniera ironica di come la mafia sia ovunque. L'ho scelto per la sua ironia e perchè non l'ho trovato noioso ed era diverso dai soliti video che parlano di mafia. 

Il business con la droga

Le cifre sono da capogiro non mi aspettavo affatto un guadagno così alto. Le città più colpite sono principalmente quelle del nord come per esempio Milano e Genova. 

Paolo Borsellino

Penso che lui sia una figura di uomo da prendere ad esempio perché non tutti avrebbero il coraggio, sapendo di rischiare la vita, di lottare fino alla fine per rendere l’Italia un posto migliore. 

Di Matteo, un sacrificio disprezzato

Mi ha particolarmente infastidito la denigrazione da parte di Sgarbi verso il sacrificio di Di Matteo affermando che senza la minaccia del noto boss mafioso, Totò Riina, non sarebbe un eroe, non sarebbe nessuno. 

Sempre a testa alta

Questa frase dice che chi vede qualcosa e non parla perché ha paura, muore ogni volta che tace, mentre chi vede e parla, muore una volta sola. 

Vincenzo Agostino

Nel video parla Vincenzo Agostino, il padre del carabiniere Antonino Agostino ucciso assieme alla moglie Ida e al bambino che aspettava. 

La ‘Ndrangheta

E’ l’unica mafia presente in tutti i cinque continenti del mondo e, secondo un’indagine, a livello globale ha un giro d’affari di 53 miliardi di euro. 

Il bambino a cui hanno strappato la luce

L'omicidio di Giuseppe Di Matteo venne commesso a San Giuseppe Jato, l'11 gennaio 1996, da esponenti mafiosi nel tentativo di impedire che il padre, Santino Di Matteo, collaboratore di giustizia ed ex-mafioso, collaborasse con gli investigatori. 

La Mafia e il Dark Web

La Mafia lavora sul Dark Web vendendo armi e esplosivi, traffico di droga, organi, attività di spionaggio, documenti falsi, carte di debito e credito e tante altre cose inimmaginabili. 

NON CI SONO ALTRI POST