Cinemovel Foundation

Marco Rossi Doria
per Schermi in Classe

“Finalmente si sceglie sì l’immagine ma per il senso che può assumere di nuovo, pienamente, attraverso un lavoro didattico e pedagogico ben istruito che sceglie come contesto il paesaggio entro il quale la mafia vive, insieme a tutto il resto”.

Francesco Casetti per Schermi in Classe

“Da un punto di vista generale c’è una permanenza del cinema. Il cinema non è diventato come l’opera, non è un’arte popolare che è diventata di élite. Il cinema continua a essere un’arte viva per una massa di spettatori non necessariamente specializzati. Su questo sfondo ci sono comunque dei processi di trasformazione che conviene seguire”.

Il cinema per l’esplorazione delle possibilità.
La parola a Gabriele Gianni, autore e regista

A volte un ragazzo viene immediatamente etichettato, chi è bravo in matematica e chi non, chi farà il classico o chi un professionale. I social media funzionano con lo stesso meccanismo, fatto per assecondare la parte di noi più in superficie delle altre”. Per Gabriele Gianni, direttore creativo del laboratorio Saltaclasse insieme a Davide Barletti,bisogna contrastare questo fenomeno, aumentando gli stimoli culturali e la diversità. Il cinema, fatto di errori e soluzioni, di scelte e collaborazione, rappresenta una palestra ideale per i giovani.

Scatto Libero
Le foto degli studenti per raccontare i territori

In occasione della 14° edizione di Libero Cinema in Libera Terra, Festival di cinema itinerante contro le mafie, le foto degi studenti di Assisi, Carcare, Galbiate, Lecco, Messina e Polistena accompagneranno le proiezioni dei film nelle piazze italiane.

Va in onda Stopmotion TG!

Con Associazione daSud e l’Istituto G. Messina di Roma, Cinemovel dà vita ad un nuovo progetto de La Scatola Magica, in un percorso che unisce educazione non formale, scrittura creativa, regia, doppiaggio e animazione in stop-motion. In diretta dallo studio Stopmotion TG, sessanta ragazze e ragazzi parlano di lotta alla mafia, al razzismo e al bullismo.

Rifiutopoli a Torino per la sesta edizione di Biennale Democrazia

In occasione della sesta edizione di Biennale Democrazia, l’appuntamento con RIFIUTOPOLI. Veleni e antidoti è per venerdì 29 marzo alle ore 18:30 presso il Teatro Le Musichall (Corso Palestro 14, Torino). La conferenza spettacolo, che racconta il traffico illegale dei rifiuti attraverso le parole di Enrico Fontana e la lavagna luminosa di Vito Baroncini, vi aspetta!

Diamo voce a un bene confiscato

MeMo – Memorie in movimento è un percorso multimediale ideato e realizzato da Cinemovel Foundation per un bene confiscato a Galbiate (Lecco). Studenti e insegnanti sperimentano un nuovo modello di avvicinamento ai temi della legalità, della memoria e dell’incontro tra generazioni.

scola“…l’impegno di Cinemovel, rifacendosi a un’intuizione di Zavattini… è tanto più meritorio perché portatore di idee ed emozioni che la tv non può dare… di fronte all’universalità della risata suscitata da Charlot si comprende il ruolo che il cinema ha avuto e può avere poiché tratta temi connaturati a uomini di ogni tempo e di tutti i continenti”.

Ettore Scola

Rifiutopoli fa tappa in Sicilia in un tour dedicato alle scuole

Da Partinico ad Agrigento, da Pozzallo a Piazza Armerina fino a Palermo, dall’11 al 15 marzo 2019, grazie a Legambiente Sicilia, Rifiutopoli è entrato in contatto con le istituzioni scolastiche siciliane e oltre 1.500 studenti all’interno della manifestazione Sicilia Munnizza Free, la campagna di informazione, sensibilizzazione e volontariato ambientale per liberare l’isola dai rifiuti e promuovere l’economia circolare.

In viaggio con Schermi in Classe

La troupe di Cinemovel è in viaggio per l’Italia, da Nord a Sud, con una carovana che porta il cinema su grande schermo direttamente agli studenti attraversando 10 regioni e raggiundo 2.500 studenti di 15 scuole.

Scarica la pubblicazione di Schermi in Classe

L’analisi del modello didattico proposto da Cinemovel è l’oggetto di “Schermi in Classe. Tra Media literacy e cittadinanza attiva” una recente pubblicazione curata da Giulia Tosoni e Roberta de Cesare

Schermi d’Africa incontra la Comunità di Inhassoro in Mozambico

L’impegno di Cinemovel, rifacendosi a un’intuizione di Zavattini che avrebbe voluto dare a tutti una macchina da presa per raccontare, è tanto più meritorio perché portatore di idee ed emozioni che la tv non può dare. Di fronte all’universalità della risata suscitata da Charlot si comprende il ruolo che il cinema ha avuto e può avere poiché tratta temi connaturati a uomini di ogni tempo e di tutti i continenti. Ettore Scola